Vinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo Slider

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.laurarangoni.com/home/plugins/content/itpshare/itpshare.php on line 47

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.laurarangoni.com/home/plugins/content/itpshare/itpshare.php on line 79

La cucina toscana di mare

La-cucina-toscana-di-mare(Newton & Compton, Roma 2007, ISBN 978-88-541-0880-6, Pagine 256, € 5,90).Parlando di cibo, la prima caratteristica riscontrabile in tutta la Toscana è il rispetto delle tradizioni, con usanze che possono essere fatte risalire agli Etruschi. La ragion d’essere di questo attaccamento è il gusto tutto toscano per le cose semplici, per i sapori schietti, per gli ingredienti naturali e le preparazioni non troppo elaborate. In Toscana – terra di gente legata alla terra – anche nelle preparazioni di pesce entrano ingredienti particolarissimi, come gli “erbi boni”, ovvero verdure e piante selvatiche, spontanee.

Sul litorale tirreno la cucina di mare ha saputo creare, nel corso del tempo, piatti unici e irripetibili, partendo da ingredienti semplicissimi e poveri, come le cee (gli avannotti delle anguille), le femminelle di Orbetello, le triglie di scoglio della zona di Livorno, i muggini della laguna. L’avanzare del turismo ha poi prodotto una rielaborazione dei piatti tipici, per accontentare i palati più raffinati dei villeggianti, ma sostanzialmente la base della cucina toscana di mare resta la semplicità dei pesci poveri, abbondantemente conditi con erbe, grigliati e serviti sul pane toscano, ben irrorati dall’inimitabile olio extravergine d’oliva, uno dei migliori al mondo.

cucina-bolognese tbSono nata a Bologna, ma mia mamma era modenese, e sono cresciuta tra due culture fortemente legate al cibo ma in modo profondamente diverso: ricca, sofisticata e borghese la cucina bolognese, più rustica e contadina la cucina modenese. [...] Pare invece che mia nonna materna, Oriele, con una mano muovesse la culla, mentre con l'altra tirava la sfoglia. E quando ero bambina, come gioco, mi faceva chiudere i tortellini perché avevo le dita sottili, e quindi potevano essere più piccoli.

La cucina bolognese / Intro al libro

Da questo sito

article thumbnail

Edizioni Newton Compton (collana Grandi manuali Newton) 2013 ISBN 978-88-541-5828-3 pagine [ ... ]

article thumbnail

Edizioni L'Età dell'Acquario, 2012, ISBN 978-88-7136-387-5, Pagine 184, € 14,00 Mi chi [ ... ]

article thumbnail

Gruppo Editoriale Giunti, 2013, ISBN 978-88-09-78506-9, Pagine 256, € 14,90 Dalla Collana "In cuc [ ... ]

Il Network

CavoloVerde

2018  Laura Rangoni Website   | Flavored by Comunicazione Enogastronomica